Tutti i diritti riservati - © 2017 Cristiano Bonora

NO, NON SONO UN MOTIVATORE

18/01/2018

 

 

C'è sempre un equivoco di partenza, quando mi presento a un nuovo cliente o a una nuova società sportiva. Pensano che il Mental Coach sia in realtà un motivatore, figura peraltro obsoleta nello sport. Pensano cioè che il mio lavoro sia dare motivazione, aggressività e voglia di faticare a chi non ce l'ha. Spiacente, ma questa figura non esiste. Se dentro il fuoco non ce l'hai, non te lo accende nessuno. Ma se quel fuoco divampa incontrollato, io ti insegnerò a non scottartici. E se quel fuoco è stanco, soffocato ma ancora caldo e sornione come un brace, io ti aiuterò ridargli forza.

 

Il Mental Coaching non crea la motivazione. La scopre, la precisa, la riformula, la tutela, la coltiva. Ti aiuta innanzitutto a capire cosa muova le tue azioni, perché quel motivo spesso nascosto determina non solo ciò che fai o meno, ma come ti sentirai durante. Per questo sono spesso atleti motivatissimi ad avere più bisogno di preparazione mentale. Perché, nel momento decisivo, una motivazione tossica li lascerà preda dell'ansia, negandogli quello stesso risultato che li motivava.

 

E' piuttosto il coaching in sè estremamente motivante. Fare chiarezza sui propri obiettivi, vedersi estrarre tutte le strategie e le azioni che vi condurranno a partire da subito. E nello specifico dello sport, riscoprire tutto ciò che ci ha fatto innamorare di una disciplina per addestrarci a conquistare con forza quel piacere agonistico specifico, non la medaglia che ne è piuttosto la conseguenza.

 

No, non sono un motivatore. Non ti dirò mai né bugie né farò valutazioni che non mi competono. Non ti dirò mai che sei un grande, che sei fortissimo, che ce la farai di sicuro. Non ti prescriverò la visione consecutiva di Rocky, il Gladiatore e Warrior. Non ti renderò dipendente dalla mia presenza, dal mio operato a dai miei consigli. Mi limiterò a diradare la nebbia che confonde i tuoi desideri e le tue azioni, sbloccando così la macchina dei comportamenti fecondi. Dopodiché assisterò immobile a te che ce la fai da solo.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

In evidenza

POSTI LIMITATI, PERCHE'?

8/2/2017

1/1
Please reload

Post recenti
Please reload

  • Facebook Classic